venerdì 17 maggio 2019

L'ANGOLO VINTAGE 2.0: "WINTERSONG" DI S.JAE JONES

Buon pomeriggio
e buon venerdì 17!!!! Non siete mica superstiziosi vero?!?!?
Bene, perché oggi oltre ad essere un giorno di sole finalmente è anche il giorno dedicato alla rubrica L'angolo vintage 2.0.
Come vi ho già spiegato, con questa rubrica c'impegnano a leggere ogni mese un libro "dimenticato", cioè un libro che abbiamo da un bel po' e che non abbiamo ancora letto.
Questa volta ho scelto un libro che sostava nel mio kindle dal giorno dell'uscita un anno e mezzo fa circa.


WINTERSONG
S. Jae Jones

Editore: Newton Compton
Prezzo: Ebook € 3,99 Cartaceo € 8,50
Pagine: 387
Genere: fantasy
Data Uscita:26 ottobre 2017

Trama: Sin da quando era una bambina, Liesl ha sentito infiniti racconti sui Goblin. Quelle leggende hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso ha diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale.

Recensione
Mi è piaciuto questo libro? Visto che ho approfittato di qualsiasi attimo libero per continuare la lettura perché intrigata dalla storia, la risposta è sì, sicuramente mi è piaciuto, ma la domanda giusta è: cosa mi è piaciuto di questo libro?

Wintersong è un fantasy che ci porta nel mondo di sotto tra i leggendari goblin e che ci fa conoscere come il mondo di sotto e quello di sopra siano strettamente legati. Ma, oltre a questo, è anche una storia di crescita e di denuncia perché la protagonista femminile, Liesl, è una giovane che compie un lungo percorso da ragazza sottomessa e considerata senza valore a donna che crede nelle sue capacità, esprime i suoi pensieri e cerca la felicità anche per se stessa non solo per gli altri.
Ed in tutto questo qual'è la cosa che maggiormente mi ha affascinato? Lo sviluppo della storia d'amore tra Liesl ed il re dei Goblin, l'Erlkonig.
Non trovate che in un libro del genere non dovrebbe essere così?
Certo, il re dei Goblin, è un personaggio complicato e carismatico. Ha sembianze umane, è molto bello e...non è felice. La sua condizione di immortale che tanto lo aveva affascinato quando ha accettato di assumere quel ruolo, comincia a pesargli. Le sue spose arrivano e se ne vanno senza lasciare traccia, vive nell'oscurità, nell'apatia e sente la mancanza della voglia di vivere, dell'allegria, della felicità, di provare sentimenti potenti che destabilizzano come amore o rabbia.
E Liesl con la sua musica è tutto ciò che vuole: forza, calore, magia, passione, allegria, gioia. Anche se Liesl finisce nel mondo di sotto inizialmente non per proprio volere, in realtà, è sempre stata affascinata dal re dei goblin e dal suo mondo, grazie a tutte le storie che la nonna le raccontava quando era piccola.
Attenzione che non è, comunque, una storia semplice o convenzionale perché sia Liesl che l'Erlkonig sono due personaggi molto complessi ed in evoluzione.

Tra realtà e fantasia, però, non c'è molta distinzione: non so se è una cosa voluta o meno, sta di fatto che a me ha creato un po' di confusione in alcuni passaggi. Inoltre, in un fantasy ritengo essenziale la cura del worldbuilding, cosa che manca in questo libro  e forse è per questo che la mia attenzione si è focalizzata su altro. In ogni caso, la lettura è stata piuttosto coinvolgente e sono curiosa di leggere il secondo volume per sapere come si evolve la storia.

-----------


Di seguito vi lascio i nomi dei blog che partecipano questo mese alla rubrica, ma chiunque voglia unirsi a noi è il benvenuto!









20 commenti:

  1. Sai che non avevo notato che oggi fosse venerdì 17? Avevo scorporato le due cose: oggi è venerdì e oggi è 17, ma la mia mente non li aveva associati in alcun modo. Non sono per niente superstiziosa, comunque ;-)
    Non conoscevo questo libro, ma non sono del tutto convinta che possa piacermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io sono superstiziosa; la storia raccontata è bella ma avrei voluto più fantasy

      Elimina
  2. Questo libro ha una copertina bellissima ma il fantasy non è proprio un genere che amo.

    RispondiElimina
  3. A me era piaciuto, ma la protagonista è una lagna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erede di Lagnette? Scoprirò quando lo leggerò XD

      Elimina
    2. Sì, in alcuni momenti Liesl è un po' lagna e noi, invece, vogliamo protagoniste toste!!!

      Elimina
  4. Dalle prime battute pensavo che potesse interessarmi, ma sul finale della tua recensione ho capito che è meglio passare oltre

    RispondiElimina
  5. Ciao! In effetti ho sentito pareri piuttosto discordanti su questo libro… comunque il fantasy non è proprio il mio genere, mi sa che passerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece a me il fantasy piace molto, per questo qui dico che qualcosa non va visto che ho apprezzato più il lato romantico

      Elimina
  6. ericaaaaaaaa questo libro mi sa che lo terrò per uno dei prossimi angoli vintage, sta facendo la muffa nel mio kindle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha!!!!!!!!!!!!Anche nel kindle bisogna fare le pulizie di primavera!!!

      Elimina
  7. Io lo avevo preso,conquistata dalla copertina,e so che presto o tardi lo leggerò,ma forse sarà più tardi che presto😭😭😭

    RispondiElimina
  8. Ho questo libro da tempo ka ancora non sono riuscita a leggerlo. Vorrei avere più ore per leggere 😭

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, un paio d'ore in più al giorno da dedicare solo alla lettura sarebbe il massimo

      Elimina
  9. Ce l'ho e chissà che prima o poi... C'è chi lo ama e chi lo odia, ho notato. Tu stai nel mezzo XD

    RispondiElimina
  10. Continua a non convincermi al 100% boh

    RispondiElimina