mercoledì 3 febbraio 2016

W?W?W? WEDNESDAY (N.47)

Buon mercoledì!
Dal punto di vista meteorologico, dalle mie parti non è propriamente una buona giornata: nebbia +  nebbia + pioggerellina = tempo deprimente!
Ma siamo a metà settimana, non c'è tempo per deprimersi perchè è il momento della rubrica più seguita, la WWW, inventata dal blog Should be reading, nella quale bisogna rispondere a tre semplici domande:

* What are you currently reading?  Cosa stai leggendo?
* What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
* What do you think you'll read next? Cosa leggerai prossimamente?




WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?




Lo finirò sicuramente questa sera, Il bambino senza nome di Mark Kurzem. E' la storia vera di un bambino di cinque anni, ebreo bielorusso, che scampa miracolosamente allo sterminio della sua famiglia e alla fucilazione e viene "adottato" dal battaglione lituano che lo stava per uccidere, diventandone la mascotte. Dopo sessanta anni, vuole scoprire le sue vere origini, la sua vera identità, cercando di mettere insieme tutti i vari ricordi, i vari pezzi della sua storia. E' una storia molto coinvolgente: sicuramente è stato fortunato ad essersi salvato ma solo leggendo il libro si riesce a capire a cosa abbia dovuto assistere e ai rimorsi per essersi ritrovato dalla parte "dei cattivi". 


WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?



Sono riuscita  a finire Cullata dalle onde di Alisa Grey, ma sorpresa sorpresina, in pieno stile Armentrout, il libro non è autoconclusivo ed è interrotto sul più bello. immaginate quante ne ho dette!!! Preferisco non commentare!
Poi mi è capitato tra le mani  Il libro del destino di Gregory Samak, ed è stata veramente una lettura interessante, legata sempre alla seconda guerra mondiale e allo sterminio degli ebrei.


 WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

 

Per la bookopoly reading challenge leggerò un libro di un autore emergente, Fatal flash di Alessandra Dilor..

E a voi come è andata la settimana? Commentate o lasciatemi il link dei vostri www.
Ciao

33 commenti:

  1. Il libro del destino non lo conoscevo, me lo segno!

    RispondiElimina
  2. Il bambino senza nome sembra davvero molto interessante e la trama mi intriga parecchio⌒.⌒

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto toccante, non immaginavo mi sarebbe piaciuto così

      Elimina
  3. quel Libro del destino ha un titolo niente male ... ed anche la trama sembra essere molto interessante. lo recensirai Erica?

    RispondiElimina
  4. Il bambino senza nome ce l'ho, ma non ho ancora avuto modo di leggerlo :)
    Oggi il mio WWW salta perché purtroppo sono ferma con la lettura.. mi sono bloccata a metà del Diario, di Anne Frank. Capisco la tristezza, ma non mi aspettavo una lettura tanto superficiale.. spero migliori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il diario di Anne Frank l'ho letto quando ero alle medie e se devo essere sincera non è che ricordi molto, pensavo anche di rileggerlo prossimamente

      Elimina
    2. Guarda, penso che lo finirò oggi o domani. Probabilmente a forza di sentirne parlare mi ero fatta un'idea sbagliata del contenuto, mi aspettavo qualcosa di più intenso.. peccato!

      Elimina
  5. Non ne conosco neanche uno. Non ho il coraggio di leggere libri sull'Olocausto perché sono molto sensibile e poi sto male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, sono libri che lasciano il segno e proprio stamattina ho letto un passaggio che mi ha fatto piangere.

      Elimina
  6. Bene! Di quelli che hai citato non ne conoscevo uno ahahah però quello che poteva fare al caso mio, Cullata dalle onde, mi da su i nervi la sua cover alla After. Mannaggia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la cover richiama quella di After e poi ha colori troppo forti per me

      Elimina
  7. io ho appena finito di leggere Melody di Sharon M. Draper, e a proposito di libri che lasciano il segno, questo lo lascia di sicuro <3

    RispondiElimina
  8. "Il bambino senza nome" e "Il libro del destino" sono due letture che mi incuriosiscono molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il primo è una storia vera, il secondo invece parla di salti nel passato, quindi quasi fantastico, ma ugualmente interessante

      Elimina
  9. Cullata dalle onde mi ricorda tanto la cove di after, c'è pure il simbolo dell'infinito... Da quando è uscito After vedo sempre più cover simili :(
    Il bambino senza nome deve esser bellissimo *.*
    Ti lascio il link del mio www
    http://ilcoloredeilibri.blogspot.it/2016/02/www-wednesday-4-2016.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bambino senza nome mi ha commosso, una bella lettura per quanto l'argomento trattato sia in realtà molto triste

      Elimina
  10. Credo nessuno di questi libri sia nelle mie corde,
    anche se "Il bambino senza nome" sembra molto bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa settimana in effetti ho fatto letture particolari e molto diverse tra loro!

      Elimina
  11. Fai la recensione di "Cullata dalle onde", così tanto per farmi due risate! Ovviamente non ho intenzione di leggerlo; dopo l'esperienza con "After", per carità! Non ho più intenzione di farmi del male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì! L'altro giorno ho preso in biblioteca After 2...sono masochista!!

      Elimina
  12. Grazie per essere passata da me, sono curiosa di Fatal Flash, devo informarmi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un po' lunghetto però per il momento sembra interessante

      Elimina
  13. Ogni volta che leggo qualcosa sulla seconda guerra mondiale o sullo sterminio degli ebrei è inevitabile che mi commuova. Ogni volta.
    Se ti piace il genere ti consiglio "La chiave di Sara" e "La pianista bambina", che sono poi diventati anche dei film.

    Sei una fan di Jenny?*-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chiave di Sarah l'ho letto ed ho visto anche il film: molto bello. Non posso dire che mi piace il genere perchè è un argomento difficile e triste, ma qualche libro mi piace leggerlo per "non dimenticare" e poi è storia, storia recente, storia che quando ero piccola i miei nonni mi hanno raccontato.
      Chi intendi per jenny? La Armentrout?

      Elimina
  14. Ciao Erica, in super ritardo ma sono riuscita a venire a sbirciare il tuo WWWW ;) Questa settimana non conosco nessuna delle tue letture, vado a documentarmi per vedere se c'è qualcosa aggiungere in WL ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questo il bello, scoprire nuovi libri!!! :))

      Elimina
  15. Anche se un po' in ritardo, sono riuscita a passare! :)
    Sono curiosa di sapere cosa ne penserai del libro che leggerai per la bookopoly :) quando sono capitata su quella casella ho scelto Lie4Me e ne sono stata felicissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero indecisa tra Fatal flash e Lie4me a dir la verità, e alla fine ho scelto il primo, più lungo e più "complicato"!!! Sono arrivata a metà e devo dire che non è male

      Elimina
  16. Non ne conosco nessuno, ma alcuni me li sono segnata ;)

    RispondiElimina