mercoledì 31 agosto 2016

IL CAVALIERE D'INVERNO - RECENSIONE

IL CAVALIERE D'INVERNO
DI PAULLINA SIMMONS

EDITORE: RIZZOLI
GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA
PAGINE: 700
PREZZO: € 8.50 CARTACEO
                   € 6.99 EBOOK

TRAMA
Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.


SORSEGGIANDO IL CAFFE'
Era da tempo che avevo intenzione di leggere questo libro perché ne avevo sentito parlare bene e grazie alla Bookopoly challenge che lo proponeva per il mese d'agosto, sono riuscita ad esaudire questo desiderio.
E' stata una lettura decisamente intensa e coinvolgente: i personaggi e la loro storia possono anche non piacere, ma c'è tutta l'ambientazione, la ricostruzione storica che lascia il segno. Non si può rimanere indifferenti al racconto dell'assedio di Leningrado, a come le persone hanno iniziato a morire di fame e freddo...a come hanno iniziato ad uccidersi in strada per un pezzo di pane raffermo fatto con farina e segatura..a come si siano ridotti a mangiare qualsiasi cosa, perfino la colla della carta da parati. Sconvolgente e tragico! Oltre alla storia d'amore, è una vera e propria lezione di storia!

E' il 22 giugno del 1941 quando la Germania dichiara guerra alla Russia e Tatiana Metanova sta per compiere diciassette anni: è una bella ragazzina bionda con ancora l'aria ingenua, innocente, fiduciosa nel futuro, allegra e mentre sta mangiando un gelato seduta su una panchina, con il suo bel vestito bianco con le rose rosse, i suoi occhi incrociano quelli del tenente Alexander Belov.



L'attrazione è istantanea: Alexander non riesce a starle lontano ed inizia ad  aspettarla ogni giorno fuori della fabbrica dove lei lavora e ad accompagnarla a prendere il cibo, ma il loro rapporto deve rimanere d'amicizia perché Alexander è "il ragazzo" della sorella maggiore di Tatiana, Dasha. 
La principessa del lago Ilmen, come Alexander affettuosamente soprannomina Tatiana,  preferisce rinunciare al suo amore per non ferire la sorella: prima di tutto la famiglia!
 I Metanova non sono certo ricchi, vivono in due stanze nel Quinto Soviet e Tatiana dorme nello stesso letto della sorella. Come potrebbe dormirle vicino, facendola soffrire portandole via Alexander?
 Inizialmente, Tatiana sembra una ragazzina capricciosa e stupida, ma proviamo a pensare alla sua vita: tutto il giorno chiusa in una fabbrica a fare carri armati e poi a casa ad aiutare ed ogni tanto venire pure picchiata dal padre o dalla sorella per qualche banale incompetenza. E' giovane, ha appena perso il fratello gemello per colpa della guerra, è normale che non sappia di preciso quello che vuole e si ritrovi a  soffrire tremendamente nel vedere ogni sera a casa sua Alexander, che continua a frequentare la sorella, con il solo scopo di vedere, invece, la sua piccola principessa.  In realtà, procedendo con la storia, si scopre che Tatiana è una ragazza forte, coraggiosa, intelligente, altruista: sarà lei che in tutto il periodo dell'assedio si occuperà di alzarsi presto ed uscire con il freddo ed il gelo per andare a ritirare il poco mangiare disponibile ogni giorno, a preparare da mangiare per tutti, a privarsi del mangiare per darlo ai vicini di casa.  Attraverserà paesi sotto i bombardamenti tedeschi per stare vicino ed aiutare Alexander. Incosciente e testarda, ma follemente innamorata. 
Alexander è un personaggio altrettanto coraggioso che non deve preoccuparsi solo della guerra e di salvare Tatiana, ma anche dell'NKDV, la polizia segreta sovietica. Sì,  perché Alexander in realtà è americano ed i suoi genitori sono stati uccisi come cospiratori. Americano che però ha dato sei anni della sua vita all'Armata rossa, a difendere la madre Russia e grazie alle sue imprese a diventare perfino maggiore e prendere la medaglia come eroe, ma questo poco importa: la sua vita scorre sul filo del rasoio, basta poco per venire scoperto e rischiare la sua vita. E' impossibile non innamorarsi di Alexander: dolce, premuroso, protettivo, intelligente ed altruista.
Sotto i bombardamenti tedeschi il loro amore nasce e cresce, ma non avrà vita facile ed il lieto fine non sarà per nulla scontato.
Una narrazione fluida e lineare: settecento pagine che scorrono via velocemente ed un finale inaspettato che mi ha commosso. L'Amore con la A maiuscola è sicuramente il vero e grande protagonista di questa storia. 
Soldato, lascia che ti accarezzi il viso e baci le tue labbra, lasciami urlare attraverso i mari e sussurrare attraverso i prati ghiacciati della Russia quello che sento per te...Luga, Ladoga, Leningrado, Lazarevo...Alexander, un tempo tu mi hai portata e ora io porto te. Nella mia eternità, ora io porto te.

Unico neo, a mio avviso, sono le settanta pagine dove la storia diventa un po' "hard": nulla di esagerato ma "stonano"  in questo contesto e sono leggermente ripetitive. Solo per questo motivo il punteggio non è pieno.



26 commenti:

  1. L'ambientazione storica del libro è molto forte e lo leggerei solo per quello, ma anche la trama non è male. E' una storia d'amore pura, ma intralciata non solo dal contesto sociale o dalla guerra, ma anche dal fatto che Alexander è il fidanzato della sorella di Tatiana.. Mi hai convinta, penso proprio che lo leggerò :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di averti convinto! Vero, vale la pena leggerlo anche solo per il contesto storico, ma è sicuramente una delle storie d'amore più belle che abbia letto

      Elimina
  2. Ho terminato oggi la trilogia, ma il primo volume è stato quello che mi ha coinvolta, rapita ad ogni pagina. Forse per l'inizio di una nuova storia, una ventata d'aria fresca, ma dei tre resta il mio preferito!
    Per quanto riguarda le scene "hard", anche io ho fatto fatica a conviverci all'inizio, ma poi ti ci abitui. E' una storia d'amore appassionante e coinvolgente, quello che definirei il vero amore e inevitabilmente Tatiana e Alexander li porterò sempre nel cuore ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi vado in biblioteca a recuperare i due volumi successivi...voglio leggere ancora di Tatiana ed Alexander che sono rimasti anche nel mio cuore

      Elimina
  3. Anche a me è piaciuto molto, una storia diversa dalle altre per via del contesto e per via di un amore complicato.
    Quando ho letto quelle scene "hard" ci sono rimasta un po' di sasso perché non me le sarei mai aspettate descritte in quel modo e, a mio parere, erano anche troppe, forse sarebbe stato meglio averne qualcuna in meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, mi hanno stupito...troppe pagine a parlare solo di quello

      Elimina
  4. Io ho adorato la trilogia della Simons ^_^ ho letto tutti e 3 i volumi in meno di un mese!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io voglio leggere subito gli altri due ed oggi vado in biblioteca a prenderli

      Elimina
  5. Io devo ancora leggere il terzo volume ma non sono ancora pronta a dire addio ad entrambi ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho ancora due libri per stare in loro compagnia...per fortuna!

      Elimina
  6. Ciao! Bellissima recensione :D Mi ispirava da tempo, e tu mi hai sicuramente invogliata a prenderlo in mano **
    A presto ^^
    -G

    RispondiElimina
  7. Ciao Erica, sono felicissima di sapere che ti sia piaciuto "il cavaliere d'inverno", per me e' un libro speciale che non ha eguali ❤️_❤️

    RispondiElimina
  8. Ho amato Il cavaliere d'inverno, credo che sia uno dei miei libri preferiti! **

    RispondiElimina
  9. Ce l'ho da leggere sul comodino da non so quanto ahahaha
    La tua recensione mi ha spinto a leggerlo:)

    RispondiElimina
  10. Ciao Erica! Anch'io da tempo dovevo leggere questo libro ed agosto mi ha dato il tempo di dedicarmici! Semplicemente l'ho adorato *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una storia che coinvolge ed i personaggi si fanno amare

      Elimina
  11. Yep, devo assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
  12. Wow! Storia intensa e personaggi interessanti! Credo che tu mi abbia proprio convinta con la tua bella recensione! :)

    RispondiElimina
  13. Ho questo libro da un po' e non ho mai avuto il desiderio di iniziarlo, ma la tua recensione mi ha incuriosita molto...gli darò una possibilità :-) Complimenti Erica!

    RispondiElimina