lunedì 17 settembre 2018

L'ANGOLO VINTAGE 2.0 #1

Buongiorno lettori,
inizio la settimana con il botto, presentandovi una nuova rubrica: L'angolo vintage 2.0!!!
Già il titolo dovrebbe darvi qualche indizio di cosa si tratta, comunque adesso ve lo spiego. Quanti di voi comprano talmente tanti libri e poi non li leggono tutti e qualcuno finisce a prendere polvere sullo scaffale per....mesi.....o per....anni? Più di qualcuno sicuramente!! 
Con questa rubrica, che riprende l'idea di una rubrica di Chiara - La lettrice sulle nuvole (ecco perchè è la versione 2.0), Chiara, io ed altre blogger c'impegnano a leggere un libro "dimenticato" al mese e di parlarvene sui nostri blog. Non deve trattarsi per forza di un libro molto vecchio ma che sosta tra i libri da leggere da un po' di tempo. 
A dir la verità, inizialmente avevo pensato ad un libro "dimenticato" da mooooolto tempo....circa venti anni (sono vecchietta io) ma vista la mole delle pagine, 700, ed il poco tempo a disposizione, ho ripiegato su un libro che ho preso, comunque, due anni e mezzo fa. 
Siete curiosi di saper di quale libro si tratta. Bene, eccolo qui!



PERFECT: LA PERFEZIONE DI UN ATTIMO
Alison G. Bailey

Editore: De Agostini
Prezzo: Ebook € 6, 99, cartaceo € 9,26
Pagine: 340
Genere: Young adult
Serie: Perfect #1
Data Uscita: 8 marzo 2016

Trama: Può la vera felicità durare più di un attimo? 

 È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l’amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall’armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all’illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre. Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e… amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera.

Recensione

Ho preso questo libro appena uscito: ne parlavano tutti ma non l'ho letto subito e veramente è finito nel dimenticatoio. Per fortuna è arrivata questa rubrica a farmelo ritrovare!!

La lettura è stata piuttosto intensa e coinvolgente, tanto che una volta iniziato non sono più riuscita a fermarmi fino alla parola fine. Ma non è stata, giusto per richiamare il titolo, una lettura perfetta perché per i primi tre quarti del libro ho "odiato" la protagonista femminile, Amanda.

Amanda è una ragazza carina, allegra, simpatica ma troppo insicura e, come conseguenza, paranoica. E' convinta di non essere bella, di non avere nulla di speciale, di non essere perfetta in generale e soprattutto di non essere perfetta per Noah, il suo migliore amico, il ragazzo che è nato solo un minuto dopo di lei, figlio di amici dei genitori e con il quale ha trascorso ogni momento libero dell'infanzia e dell'adolescenza. 
Noah è dolce, è premuroso, è bello ed è follemente innamorato della sua migliore amica da.....sempre! Fa di tutto per farle capire i suoi sentimenti ed anche quando arriva a dichiararsi apertamente viene respinto perchè Amanda è convinta che se qualcosa andasse storto tra di loro come coppia, poi lo perderebbe anche come amico.

Paura comprensibile certamente ma che senso ha reprimere i propri sentimenti e vivere cercando di fare finta che tutto vada bene ed invece sei distrutta dalla gelosia perchè il ragazzo che ti piace (e che ti ama) è pure uno dei più popolari della scuola e tutte lo vogliono? E come si fa a disinnamorarsi di una ragazza se si passa tanto tempo insieme a lei? Impossibile! Allontanarsi e non vedersi per Noah è l'unica scelta possibile (ed io concordo). 
Ecco, cara Amanda, hai perso comunque il tuo amico. 
Ma Noah (quanto amo questo ragazzo) non perde mai la speranza di riuscire a conquistare il cuore di Amanda e ritorna spesso sui suoi passi.....solo che.....inutilmente. A questo punto non posso che dire che Amanda è proprio stupida e Noah troppo buono.

A dare una svolta alla storia è un grave dramma che colpisce la ragazza. Finalmente, Amanda cresce e riesce ad avere una visione più ampia della vita, delle cose importanti e riesce a capire quali sono le priorità.
No, non ero perfetta e non lo arei mai stata, ma andava bene così. Ci sono cose più importanti nella vita che inseguire il mito della perfezione. La perfezione è negli occhi di chi guarda
L'ultima parte è molto commovente, riabilita alla grande la figura di Amanda, ridimensiona l'intera storia e l'epilogo, l'unico capitolo visto dagli occhi di Noah, è davvero molto bello.
Lo stile dell'autrice è molto fluido e scorrevole e la lettura complessivamente è stata molto emozionante anche se qualche capitolo in più con il pov di Noah non sarebbe stato male perché avrebbe alleggerito le paranoie di Amanda.

-----------


Di seguito vi lascio i link ai blog che partecipano questo mese alla rubrica, ma chiunque volesse unirsi a noi è il benvenuto!

Chiara - La lettrice sulle nuvole
Mariarosaria - Librintavola
Dolci - Le mie ossessioni librose
Manuela - Letture a pois
Mariella - Le trame del destino.Libri e dintorni

12 commenti:

  1. Sembra un libro nelle mie corde...

    RispondiElimina
  2. Ma io adoro questa rubrica!!ho tanti libri da recuperare, complimenti per l’idea.. non riesco spesso a passare dai blog per mancanza di tempo quindi scusami se non sono assidua! Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Felice che ti piaccia e che ti sia unita al gruppo!!

      Elimina
  3. allora se mi dici che non si versano lacrime io me lo segno da leggere. perché dopo Dammi mille baci della Cole ho bisogno di robe che mi sollevino il morale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si versano lacrime...mmmm...qualcuna verso la fine può sfuggire, a me non è scappata ma per poco

      Elimina
  4. Ho letto questo libro appena uscito e l'odio per la protagonista ancora la ricordo. Inoltre l'avevo trovato infantile, che poneva l'accento più su cose frivole che altro. Non brutto ma neanche così perfetto ecco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahh...aloora non sono l'unica ad aver trovato la protagonista una....lagna (quante lagne ultimamente!!)

      Elimina
  5. Sai che io devo leggere il secondo?

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Scusa se arrivo solo ora a commentare, non mi era arrivata la notifica del tag.
    Io e il genere YA non siamo in totale sintonia, leggo pochissimi libri di questo genere, però questo potrei metterlo in lista. Complimenti per la recensione

    RispondiElimina