mercoledì 22 aprile 2020

QUESTA VOLTA LEGGO #11

Buongiorno readers! 
dopo un anno circa ritorno con la rubrica Questa volta leggo

                                       

ideata da Chiara La lettrice sulle nuvole e Dolci de Le mie ossessioni librose  nella quale, ogni mese, i blog partecipanti scelgono un argomento e pubblicano la relativa recensione. Per il mese di aprile l'argomento è
Un libro con la copertina azzurra



IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA
Jen Malone

Editore: Harper Collins
Prezzo: Ebook € 4,99 - cartaceo € 8,00
Pagine: 333
Genere: Narrativa contemporanea, young adult


Trama: La diciassettenne Aubree ha sempre idolatrato la sua avventurosa e perfetta sorella maggiore, anche se è sempre stata più che contenta di seguire le sue peripezie per il mondo dalla confortevole casetta dove vive insieme ai genitori adoranti. Così, quando Elizabeth si mette "un tantino nei guai" per la prima volta in vita sua - per coprire Aubree per giunta - e ha bisogno davvero dell'aiuto dell'impacciata sorellina, Bree ne è lusingata, ma rimane irremovibile. Non potrebbe mai, in nessun modo, riuscire a fare quello che le chiede Elizabeth: impersonare la sorella, uscita fresca fresca dal college, per tutta l'estate, così che possa guadagnarsi la raccomandazione che le serve per aggiudicarsi il lavoro dei sogni. No, no, no! Non accadrà mai. Soprattutto dal momento che il lavoretto estivo di Elizabeth consiste nel fare da guida per un tour in pullman. Un tour in pullman attraverso l'Europa. Un tour in pullman attraverso l'Europa per anziani. Tutto ciò, ovviamente, molto prima di sapere del figlio super-carino (e non anziano) dell'organizzatrice. Bree sarebbe pazza ad accettare. O, no?
Recensione


Tralasciando il colore, perfetto per l'argomento di questo mese della rubrica, non trovate che la copertina sia molto carina? Mi ha subito attirata appena l'ho vista perché mi trasmetteva  un senso di libertà, di conquista, di crescita, di voglia di vivere e, adesso che ho letto il libro, posso proprio dire che è perfetta per la storia.


Aubrey è una diciassettenne che non si è mai praticamente mossa da casa, un po' impacciata, poco intraprendente, con una sorella maggiore, Elizabeth, perfetta in ogni cosa. Ed è proprio per aiutare Elizabeth che la ragazza si ritrova dall'altra parte del mondo come guida turistica di un gruppetto di anziani. 

E' una cosa folle perché Aubrey deve impersonare la sorella ma non ha le sue conoscenze, il suo carisma, la sua preparazione. Sembra un'impresa impossibile ma Aubrey deve riuscirci: non solo per aiutare Elizabeth ma soprattutto per dimostrarle di essere una persona affidabile e di sapersi arrangiare. Ed è così che la ragazza, insieme a sei vecchietti particolari ma simpatici ed insieme ai lettori, gira per l'Europa, da Amsterdam a Salisburgo, da Praga a Venezia, dalle Cinque terre a Monaco. Le descrizioni delle città sono davvero accurate e l'entusiasmo di Aubrey nel visitare un luogo nuovo era il mio che immaginavo di essere nello stesso posto. 
Una storia perfetta da leggere in questo periodo di quarantena!

Nonostante il destino non le sia sempre favorevole, Aubrey dimostra di sapersela cavare: giorno dopo giorno acquista sempre più fiducia in se stessa e comincia a sentirsi sempre più a suo agio. Per la ragazza è veramente un momento di crescita interiore e finalmente inizia a capire cosa la vita può offrirle anche lontano dalla sicurezza del suo paese. 
Molto bello è il legame che riesce a creare con i suoi turisti, che a volte sembrano più giovani di lei, e con Sam,  il ragazzo carino e tremendamente simpatico che si unisce al gruppo. Il lato romance è importante ma è ben amalgamato nella storia ed è sviluppato in modo davvero dolce che mi ha fatto battere il cuore. 

La storia è molto scorrevole, allegra e frizzante; alcuni dialoghi sono davvero divertenti e si legge davvero velocemente. Una lettura davvero piacevole adatta a tutti.


                                                                 -----------


Ed ecco il calendario con tutti i blog partecipanti alla rubrica per il mese di aprile





8 commenti:

  1. Sembra un libro carissimo.non lo conoscevo assolutamente. Mi sa che lo segno.

    RispondiElimina
  2. Eccomi Erica! Io amo le storie che parlano dei viaggi accompagnati da una crescita personale perché penso che sì, accade proprio questo quando ci si mette in gioco quindi questa storia potrebbe fare per me ^^ Mi sarebbe piaciuta ancor di più se fosse stata una storia vera. Sulla stessa scia, forse un pochino più impegnativi, mi sono piaciuti Mangia prega ama e Wild, letto e recensito da poco da me se vuoi dare un occhio :)

    RispondiElimina
  3. Viaggio e crescita interiore. Potrebbe essere interessante! Ciao da Lea

    RispondiElimina
  4. Sembra proprio tanto interessante!

    RispondiElimina
  5. Letto qualche anno fa e mi era piaciuto! La situazione da cui tutto parte è assurda, ma è la storia intrattiene e diverte un sacco.

    RispondiElimina
  6. Ma che carino questo libro. Non lo conoscevo! Grazie mille per la recensione e la segnalazione. :)

    RispondiElimina
  7. Wow! Un bel libro per ragazzi che parli di viaggi è quel che ci vuole per mandare la mente lontano! Almeno la mente!

    RispondiElimina
  8. Ma che carino questo libro *-* Lo segno ben volentieri in wishlist <3 Grazie per la bella recensione :D

    RispondiElimina