mercoledì 21 luglio 2021

REVIEW TOUR "LA CASA SUL MARE CELESTE" DI T.J. KLUNE



Buon pomeriggio lettori,
oggi vi parlo de La casa sul mare celeste di T.J. Klune, uscito il 13 luglio, edito dalla Mondadori che ringrazio per la copia digitale.


LA CASA SUL MARE CELESTE
T.J. Klune

Editore: Mondadori - Oscar Vault
Prezzo: Ebook € 9,99 Cartaceo € 17,10
Pagine: 348
Genere: Fantasy


Trama: Linus Baker è un assistente sociale impiegato al Dipartimento della Magia Minorile. Il compito che esegue con scrupolosa professionalità è assicurarsi che i bambini dotati di poteri magici, cresciuti in appositi istituti in modo da proteggere quelli "normali", siano ben accuditi. La vita di Linus è decisamente tranquilla, per non dire monotona: vive in una casetta solitaria in compagnia di una gatta schiva e dei suoi amati dischi in vinile. Tutto cambia quando, inaspettatamente, viene convocato nell'ufficio della Suprema Dirigenza. È stato scelto per un compito inconsueto e top secret: dovrà recarsi su un'isola remota, Marsyas, e stabilire se l'orfanotrofio diretto da un certo Arthur Parnassus abbia i requisiti per rimanere aperto. Appena mette piede sull'isola, Linus si rende conto che i sei bambini ospitati nella struttura sono molto diversi da tutti quelli di cui ha dovuto occuparsi in passato. Il più enigmatico tra gli abitanti di Marsyas è però Arthur Parnassus, che dietro ai modi affabili nasconde un terribile segreto. Un'incantevole storia d'amore ambientata in una realtà fantastica, meravigliosamente narrata, su cosa significhi accorgersi che, a volte, si può scegliere la vita che si vuole. E, se si è abbastanza fortunati, magari quella vita ci sceglie a sua volta.

Recensione

Ho conosciuto questo scrittore leggendo i primi due volumi della serie Green Creek che ho amato e con questo libro Klune è entrato nella rosa dei miei scrittori preferiti: la storia raccontata ne La casa sul mare celeste è di quelle che arrivano dritte al cuore in modo semplice ed inaspettato scatenando una serie di emozioni che lasciano il segno.

All'inizio conosciamo subito Linus, il protagonista: un quarantenne in leggero sovrappeso, che vive solo, non ha famiglia ma è un assistente sociale modello. Ligio al dovere e alle regole, senza grilli per la testa e con una gatta che neanche miagola, la vita di Linus è sicura ma monotona e noiosa e a rafforzare questa condizione è anche la narrazione che risulta piuttosto lenta.
Quando gli viene affidato un incarico segreto e Linus deve partire per un mese, abbandonando così la tranquilla routine, la situazione inizia a cambiare e così pure la narrazione che diventa più vivace e dove non mancano le battute sarcastiche. 
Linus deve visitare un orfanotrofio dove ci sono bambini speciali e controllare che i bambini vengano trattati nel modo corretto.

Non dovrebbero esserci problemi, è il suo lavoro ma Linus non sa che i sei bambini presenti in quell'orfanotrofio sono davvero tanto speciali e diversi da quelli che ha incontrato fino a quel momento.
Inizialmente avverte delle difficoltà ma il dovere lo spinge a non lasciarsi sopraffare dall'ansia e dalla paura. Con il tempo, poi, impara a conoscerli, a capire le loro difficoltà a vivere in un mondo che li considera mostri, a scoprire che sono bambini come tutti gli altri e che hanno tanto da dare. Ed insieme a loro, Linus conosce un modo nuovo di vivere, pieno di colori e di avventura, inizia a vedere le cose da un punto di vista diverso e scoprire che gli piace.

In modo davvero semplice e con una storia fantasy l'autore parla di un tema, ahimè, sempre scottante ed attuale: la paura del diverso
...hanno paura di ciò che non capiscono. E la paura si trasforma in odio....

Linus rappresenta la persona che supera le diffidenze, che non ha tempo per odiare, non si ferma all'apparenza e va oltre. Il problema è che, anche nella vita reale, la maggior parte delle persone preferisce evitare e mantenere le distanze aumentando semplicemente l'astio da entrambe le parti.

Ho adorato tutti i personaggi, da Linus ad Arthur, il direttore dell'orfanotrofio, ai sei bambini che mi hanno suscitato una tenerezza infinita di cui, però, non vi dico nulla perché dovete conoscerli leggendo il libro: sono sicura che vi lasceranno senza parole!

Una storia che regala lacrime e sorrisi assolutamente da leggere!





1 commento: