martedì 28 giugno 2016

DIMMI TRE SEGRETI - RECENSIONE

DIMMI TRE SEGRETI
DI JULIE BUXBAUM

EDITORE: DE AGOSTINI
GENERE: YOUNG ADULT
PAGINE: 382
PREZZO: € 12.67  CARTACEO
                  €  6.99 EBOOK

TRAMA
Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles. Ma proprio quando le cose si mettono male, Jessie riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano? Il punto è che Jessie non è nella condizione di rifiutare un aiuto tanto generoso. Sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato costringendola a trasferirsi dall'altra parte del Paese in un posto che odia con un fratellastro che odia ancora di più. Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo unico e migliore amico. E lei decide di incontrarlo. Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai...


SORSEGGIANDO IL CAFFE'
Il mese scorso, quando ho visto questo libro tra le nuove uscite, mi ha subito incuriosito, grazie anche ad una cover molto dolce. 
E' un romanzo young adult, i protagonisti sono sedicenni e devo dire che forse è il primo romanzo dove i protagonisti sembrano veramente sedicenni, con i loro brufoli, le loro insicurezze, i primi approcci verso l'altro sesso, i primi baci.

La protagonista è Jessie, orfana di madre da due anni, che da un giorno all'altro deve abbandonare la sua casa a Chicago, per trasferirsi a Los Angeles, nella casa della nuova moglie di suo padre. Nuova casa, nuova scuola, una matrigna ed un fratellastro. A Los Angeles, tra i divi del cinema, dove tutti sono belli, magri e abbronzati, bevono frullati depurativi, girano su auto lussuose. Jessie, che viene da una famiglia non ricca, ma benestante, che ha ai piedi delle Vans consumate e non veste di certo firmata, si ritrova in un liceo privato dove non conosce nessuno e dove vorrebbe passare innoservata per sempre. Ma un'email da PS, Perfetto Sconosciuto, che si offre come sua guida personale e spirituale, le dà la speranza di riuscire a sopravvivere. Inizialmente le sembra uno scherzo, ma pian piano comincia  a seguire i consigli di PS, a diventare più sicura e a farsi qualche amica. Certo tutto è sempre difficile perché la mancanza di sua madre continua ad opprimerla

Ora, al di là di tutto, non riesco a immaginare un giorno perfetto. Senza mia madre, cosa mai potrebbe esserci?
e come potrebbe non essere così? "La mamma è sempre la mamma", frase semplice, ma non banale! In una famiglia normale la mamma è tutto: la mamma ti tiene la mano se hai paura, ti prepara i biscotti che ti piacciono, ti ascolta, ti consiglia, a lei racconti le prime cotte. Senza si è perduti e lo dico perché da mamma lo vedo negli occhi dei miei bimbi, soprattutto in quelli di mia figlia, che se una sera esco e non le dò il bacino della buonanotte mi lascia un biglietto sul cuscino perché mi ricordi quando torno di andarla a trovare.

E Jessie, oltre al dolore per la perdita della madre, si sente pure in colpa perché se fosse morto suo padre, sarebbe stata più felice. Quel papà che si è risposato e l'ha trascinata in un mondo che non è suo, in una casa dove si sente ospite, dove tutto è lindo e perfetto. Quel papà che quasi non le parla più, che è come se l'avesse abbandonata.
Jessie arranca e forse PS la capisce perché anche lui ha, da poco, perso una sorella. Email, chat, il contatto con PS è giornaliero e sempre più intimo, tanto che ogni giorno si scambiano tre segreti.

Ma chi è PS? E' sicuramente un ragazzo che frequenta la scuola e la vede tutti i giorni. Forse Ethan, il bello e tormentato secchione con cui deve preparare insieme un compito, o Lyam, collega di lavoro, bello ed ambito che ha pure lasciato la ragazza per lei, o Caleb, che in più di un occasione ha visto scrivere al telefono appena prima le arrivasse un messaggio da PS?

Solo alla fine Jessie scoprirà chi c'è dietro PS. Sarà chi si aspetta? Sarà chi vorrebbe con tutto il cuore? Sarà chi vorrà il lettore?
Il mio desiderio sull'identità di PS è stato esaudito e devo dire che fin dall'inizio avevo immaginato fosse lui.

E' una storia dolce che si legge d'un fiato grazie ad una scrittura fluida e alla curiosità di sapere chi è PS. E, una cosa che mi è piaciuta parecchio, è che i tutti i personaggi rispecchiano bene le loro età, sono molto credibili. Come detto inizialmente, è una storia con protagonisti giovani e rivolta ai giovani, che affronta, però, anche un tema difficile come la scomparsa di un genitore nel periodo dell'adolescenza e non lo fa in modo superficiale ma in modo reale. La mancanza della madre si sente e si legge in ogni frase di Jessie.
Un libro da leggere!


PS: Solo una cosa non ho capito: come ha fatto PS ad avere l'indirizzo email di Jessie? 


14 commenti:

  1. Lo sapevo che ti sarebbe piaciuto! ^^

    RispondiElimina
  2. Non è il mio genere, eppure mi ha così incuriosita! Non vedo l'ora di poterlo leggere! *^*

    RispondiElimina
  3. Questo libro mi incuriosisce! Ce l'ho in WL! ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Erica,
    come sai anch'io ho apprezzato tanto questo libro e mi fa piacere che sia piaciuto anche a te

    RispondiElimina
  5. Ciao Erica benvenuta nel club di chi si e' innamorata di questo libro! ❤️❤️❤️❤️❤️❤️

    RispondiElimina
  6. Ciao!!!
    È l'ennesima recensione che leggo di questo libro in cui ha conquistato il lettore....e io ancora non lho letto!! :(
    Prometto che rimedierò al più presto!! Ormai non ho più scuse! ;)

    RispondiElimina
  7. Uhhh, sono contenta che ti sia piaciuto!!! Anche a me ispira molto e penso che lo prenderò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, una lettura proprio dolce, reale e anche divertente

      Elimina