venerdì 19 luglio 2019

INTERVISTA CON LE VAMP BLOGGER...#2

Buongiorno lettori,
eccomi con il secondo appuntamento con la rubrica l' Intervista con le vamp blogger



Dopo la "banana", cari lettori, avete votato in massa la "ciliegia" e così, oggi, l'intervista è dedicata a Voglio un bravo ragazzo di Penelope Bloom ed io, Chicca, Dolci Chiara e Manuela  vi raccontiamo cosa ne pensiamo.





VOGLIO UN BRAVO RAGAZZO
DI PENELOPE BLOOM

EDITORE: NEWTON COMPTON
GENERE: ROMANCE
PAGINE: 220
SERIE: ATTRACTION SERIES V.2
DATA USCITA: 6 GIUGNO 2019
TRAMA: Come ho conosciuto William? È entrato nella mia pasticceria, ha comprato una torta di ciliegie, rubato un vaso di fiori – non avevo idea di cosa diamine dovesse farci – e lasciato il suo biglietto da visita in bella mostra. Prima di ammettere cosa abbia fatto con il biglietto da visita vorrei chiarire una cosa: William non avrebbe potuto scegliere un momento peggiore per entrare nella mia vita. Il mio locale stava per fallire. Quello stupido del mio ex si rifiutava di lasciarmi in pace. E tutti mi tormentavano perché a venticinque anni non ero ancora mai andata a letto con un ragazzo. William non era certo il candidato ideale per la mia prima volta. Un donnaiolo convinto, sexy in modo insopportabile. Tutto il contrario di quello di cui avevo bisogno. E allora perché l’ho cercato? Ho capito di essere nei guai quando con la sua voce profonda mi ha detto: «La tua torta era deliziosa. Cucini anche a domicilio?».

---- L'INTERVISTA ----


1. A QUALE GENERE APPARTIENE IL LIBRO?
E' una commedia romantica

2. COSA PENSI DEI PROTAGONISTI?
Ho trovato i due protagonisti simpatici ma alcuni loro comportamenti non mi hanno convinto del tutto. Credo che in alcuni momenti la storia sia troppo frettolosa e non renda bene

3.PERSONAGGIO PREFERITO?
Sicuramente William! Personaggio particolare, un cleptomane buono perché ruba solo a chi gli fa un torto, sfrontato, sicuro di sè e con la battuta sempre pronta ma con l'aria spensierata ed innocente tanto da risultare disarmante.

4.PERSONAGGIO PIU' ODIATO?
Questa volta ho davvero odiato i genitori di William e Bruce: due figure avide senza sentimenti...bleah che schifo!!

5. CHE EMOZIONI TI HA SUSCITATO LA LETTURA?
Lettura divertente e rilassante

6. PUNTI DI FORZA?
Anche in questo secondo volume della serie punto di forza sono i  doppi sensi 

7. PUNTI DEBOLI?
Ho trovato alcuni passaggi un po' troppo frettolosi e male strutturati: per esempio ho trovato inutile la figura di Nathan, cioè come ex ci sta, ma i momenti in cui si fa rivedere sono superflui.

8. COME HAI TROVATO LO STILE DEL/DELLA SCRITTORE/SCRITTRICE?
Stile scorrevole e frizzante

9. E' FACILE ENTRARE IN EMPATIA CON IL/LA PROTAGONISTA?
Mmmm, all'inizio sì, nel primo capitolo, quando conosciamo Hailey per la prima volta, ho pensato "questa sarà una protagonista con i controfiocchi" ed invece, piano piano, a mio avviso, perde un po' di verve: sì è una ragazza in gamba,  ha aperto una bakery da sola però, in realtà, non mi è sembrata avere così tanta grinta.
Con William è andata meglio anche se mi è caduto nel tranello dei genitori come un pesce lesso e da lui mi aspettavo un comportamento diverso.

10. QUALE AGGETTIVO LO DESCRIVE MEGLIO?
Divertente e malizioso

11. A CHI LO CONSIGLI?
A chi vuole leggere una storia leggera e divertente

12. QUANTE STELLINE GLI DAI?
Nonostante William mi sia piaciuto più di Bruce, la sua storia è complessivamente un po' più banale e troppo precipitosa quindi mi fermo a 3 stelle e mezza.

13. COSA NE PENSI DELLA COVER?
Non mi fa impazzire però è diversa dalle solite, fresca ed in linea con la storia

14. CITAZIONE PREFERITA?
 "attenta al pene, porta guai e insidie"

-----------------

Ed ecco il modulo per votare il libro protagonista della prossima intervista. 

7 commenti:

  1. Anche io ho odiato i genitori

    RispondiElimina
  2. Sui genitori la vediamo uguale, ma io sin dal primo romanzo. E hai ragione alcune parti sono totalmente inutili tipo Nathan e Zoey.

    RispondiElimina
  3. La tua citazione un mito!
    E tutte concordo sui terribili genitori.
    Non vedo l'ora che traducano altri libri di questa autrice

    RispondiElimina