venerdì 31 marzo 2017

LA RAGAZZA DI BROOKLYN - RECENSIONE


LA RAGAZZA DI BROOKLYN
Guillaume Musso

Editore: La nave di Teseo
Prezzo: Ebook € 9.99, Cartaceo € 16.58
Pagine: 435
Genere: Thriller, giallo

Trama: Raphael - un giovane scrittore di successo, ora in crisi creativa, e ragazzo padre - da sei mesi ha una relazione con Anna. Anna è bella, dolce, intelligente, eppure nasconde qualcosa. Durante un weekend d'amore in Costa Azzurra, a sole tre settimane dal loro matrimonio, Raphael non riesce a trattenersi e, con insistenza, chiede ad Anna dettagli sul suo passato. Anna, esasperata, mostra a Raphael un'immagine dalla galleria fotografica del suo tablet, urlando: "Vedi questo? L'ho fatto io." Raphael inorridisce alla vista di quella immagine e fugge via. Un gesto di cui subito si pente. Ma al suo ritorno, Anna non è più lì. Raphael la cerca sul cellulare, che risulta spento. Torna a Parigi, dove spera di ritrovarla, ma Anna non è a Parigi. Raphael la ama, è pronto a perdonarle tutto. Ma deve ritrovarla. Chiede aiuto a un suo amico, ex poliziotto, Marc Caradec. Insieme perquisiscono la casa di Anna, ma il buio diventa ancora più profondo, e il mistero sempre più denso: nell'appartamento trovano 400.000 euro in contanti e due carte di identità false. Dunque Anna, forse, non è Anna; e le reticenze di Anna sulla propria vita non erano senza motivi; e quell'immagine, spaventosa, rimane, per Raphael, una delle poche tracce da seguire, per scoprire la verità sulla persona che ama.

Recensione

Ho letto più di un libro di Musso e le sue storie mi sono sempre piaciute per la sua abilità nel mescolare la realtà al soprannaturale. Già con il penultimo libro, Central Park, aveva scritto, però, una storia dove non c'era più nulla di trascendentale anche se non sembrava fino alla fine. Questo invece, è un thriller in piena regola senza alcun artificio, ricco di colpi di scena e con un intreccio molto elaborato. Immergermi in un buon thriller, che è stato il genere che mi ha appassionato alla lettura, è stata una gioia immensa.

Questa è una  storia che dopo poche pagine vi avvolge nelle sue spire e vi trascina dalla Francia agli Stati Uniti alla ricerca di una ragazza scomparsa: dov'è? chi l'ha presa? e, soprattutto, perché?

Anna è giovane, bella ed è una bravissima pediatra, ma è restia a parlare del suo passato. Mancano tre settimane al suo matrimonio ed è in vacanza con il suo futuro marito, Raphael. Quest'ultimo, avendo già vissuto una brutta esperienza con la sua ex compagna che lo ha abbandonato con un figlio appena nato, insiste nel saper qualcosa
________________________________________________________
"Perché svicoli ogni volta che faccio domande sul tuo passato?"
"Perché, per definizione, il passato è passato. Non è più possibile modificarlo."
"Il passato illumina il presente, lo sai benissimo. Che cosa cerchi di nascondere, per la miseria?"
________________________________________________________

A quel punto,  la ragazza gli mostra una foto sconvolgente: tre corpi di donne bruciate e dice "Sono stata io!".  Raphael confuso e terrorizzato si allontana senza chiedere chiarimenti. Ritorna subito indietro ma Anna è già sparita: ha fatto i bagagli ed è tornata a casa.
Raphael la insegue, ha bisogno di spiegazioni, ma, una volta arrivato a Parigi si rende conto che Anna è scomparsa e nell'appartamento della ragazza trova una sacca piena di soldi e delle carte d'identità false. Raphael non sa più cosa pensare: chi è Anna veramente? cosa nasconde il suo passato?

Aiutato da un suo caro amico, Marc Caradec, poliziotto in pensione, Raphael, in una corsa contro il tempo, si mette alla ricerca di Anna. Seguiamo il suo percorso attraverso gli indizi che piano piano trova e che portano a verità sconvolgenti, ad un passato brutale, ad un intrigo politico, a morti improvvise ed inspiegabili.
La tensione e la suspense aumentano, non c'è un attimo di tregua: il lettore, seguendo il filo logico degli eventi e delle tracce, diventa investigatore a fianco di Raphael e lo accompagna nell'affannata ricerca di Anna.
E quando si pensa di essere giunti ad una conclusione, ecco che un'altro colpo di scena sconvolge la situazione facendoci sentire sull'orlo di un precipizio.
Semplicemente avvincente!
Consigliatissimo

7 commenti:

  1. Adoro questo genere di thriller!
    Un bacio

    Nuovo post sul mio blog!
    Se ti va ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Wow! Una valutazione che mi incuriosisce moltissimo. Amo Musso, questo non l'ho ancora letto. E a questo punto dovrò darmi una mossa 😊

    RispondiElimina
  3. Non avevo mai sentito parlare di questo libro, mi ispira tantissimo! Il titolo poi mi ha conquistata subito xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel giallo!!!! Il titolo, per certi versi, è fuorviante e magari dà più l'idea di un chick lit!!!

      Elimina