sabato 26 settembre 2015

TI AMO GIA' DA UN PO' - RECENSIONE

TITOLO: TI AMO GIA' DA UN PO'

AUTRICE: TANIA PAXIA

AUTOPUBBLICATO

PAGINE: 267

PREZZO: € 0,99 EBOOK



TRAMA
Keene, New Hampshire
5 Giugno 2006
Ore 22:50
Harper
Lei era lì, dall’altro lato della strada, più bella che mai, con i capelli castani tirati in una coda di cavallo, mentre sorrideva allegra, aggiustandosi la piccola borsa a tracolla che le era scivolata di fianco. Indossava degli shorts corti di jeans, abbinati a una t-shirt rosa. Era accaldata, forse era davvero corsa fin lì da chissà dove.
Il tempo si fermò, concentrandosi in un solo attimo. L’attimo in cui realizzai che non era lì per me, ma era insieme a…
May
“Owen” mi bloccai all’istante, senza fiato. “Ci sediamo?” gli indicai una delle panchine che costeggiavano la strada, di fronte al gazebo rotondo in legno, nella piazza principale. Era uno dei miei posti preferiti.

Un biglietto. Un malinteso. Questo ha portato Maybelle Watson (detta Trilli) e Peter Harper ad allontanarsi. Da amici per la pelle, sono diventati due estranei, per gli otto anni consecutivi, fino a quando May, stufa della sua vita a New York, del suo lavoro di avvocato, del suo fidanzato apatico e insensibile, avvocato anche lui, decide di tornare a Keene. Ed è qui che incontrerà di nuovo Peter Harper, il suo amico speciale, il suo Peter personale. Tra liti, scontri e cioccolate calde col cuore di gelato, May scoprirà ciò che Harper avrebbe voluto dirle quella sera di inizio estate.




SORSEGGIANDO IL CAFFE'
May  per frequentare il college si è allontanata dal suo piccolo paesino e si è trasferita a New York. Si è laureata in legge e grazie al suo fidanzato ha  trovato lavoro in uno dei più prestigiosi studi legali della città. Ma May non è felice: è stanca di accettare le decisioni del compagno, di abitare nel suo sterile appartamento tutto bianco, di cercare di essere quella che non è. Così, quando le viene chiesto di difendere un delinquente, per rispettare i suoi ideali e principi, May si rifiuta. Accusata di essere una arrampicatrice sociale ed una incapace dal futuro suocero e non difesa dal fidanzato, prepara la valigia e torna a casa.

Sarei finita tra i mediocri. Meglio essere una mediocre che un essere invertebrato senza cervello come lui. Io volevo aiutare le persone ingiustamente accusate, non i colpevoli che volevano farla franca

Dopo otto anni ritorna nel suo paese natale e ritrova tutto ciò che ha lasciato: la sua cameretta accogliente, la tavola calda dove andava a prendere sempre la cioccolata calda, la libreria della signora Pierce dove si rifugiava a leggere, il chiosco al centro del parco e il suo amico Harper. Da ragazzini, May e Harper, erano migliori amici. lei carina e allegra, lui il classico bimbetto occhialuto e timido, innamorato di lei da accettare e fare qualsiasi cosa pur di vederla felice.
La partenza per il college li aveva allontanati ed ognuno aveva preso la sua strada senza più alcun contatto. Perché non si erano più sentiti? Perché non si erano nemmeno più scambiati gli auguri di Natale?
Ora si ritrovano, ma dopo otto anni le cose possono tornare come erano?
Complici dei genitori impiccioni, la signora Pierce, la cioccolata Watson, la nuova cioccolata Harper, un bigliettino di otto anni prima e la magia del Natale per i due ragazzi forse c'è speranza.

E' una storia dolce e romantica. I due protagonisti, May e Peter, mi sono piaciuti perché molto reali, comuni. May è una bella ragazza, seria, corretta, con dei sani principi che non vuole tralasciare per fare carriera, tenendo conto che il padre è un poliziotto. Peter è un ragazzo serio, timido, per nulla appariscente ma carino. Entrambi hanno delle belle famiglie che li appoggiano nelle loro scelte, genitori che li amano, si preoccupano e s'impicciano! Ma questo è quello che succede normalmente nella maggioranza delle famiglie, o almeno spero!
La narrazione è scorrevole, il linguaggio corretto. Il romanzo è ambientato a Natale e questo già di suo crea un'atmosfera romantica con la neve che scende ma è una storia di buoni sentimenti, di buone azioni che intenerisce e fa sognare.




11 commenti:

  1. Sembra un libro molto dolce! Me lo segno, così magari me lo faccio regalare proprio a Natale XD
    -Aranel

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio tanto per averlo letto! Sono contenta che ti sia piaciuto! ^^

    RispondiElimina
  3. Ce l'ho nella lista di libri da leggere e sono molto curiosa, perché ne ho sentito parlare veramente bene :D

    RispondiElimina
  4. letto letto, piaciuto, recensito e commentato.
    l'unico inconveniente per quanto mi riguarda è l'averlo letto in pieno agosto, con un caldo asfissiante e ho provato tanta ma tanta invidia per il gazebo innevato :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah se era l'estate scorsa poteva anche andare!!

      Elimina